Banchetto di nozze Banchetto di nozze

Quali vini in un banchetto di nozze?

Tra i tanti elementi a cui si deve pensare per organizzare un banchetto di nozze, uno che proprio non deve mancare è il vino, oltre ovviamente a dei piatti prelibati e gustosi, che possano stupire le papille gustative degli ospiti.

Il vino però rappresenta quel "tocco in più", e non solo può essere molto elegante da servire, ma può anche arricchire lo stesso menù. Tra i bianchi più comuni, che di solito sono sempre presenti in un buffet matrimoniale, possono essere citati lo Chardonnay, un Roero Arneis, ma non solo. È bene conoscere anche le altre tipologie di vino che possono far parte del tuo banchetto. In questo modo potrai scegliere quella che più rientra nei tuoi gusti e riuscire anche a stupire gli ospiti. Oltre a questo sarà necessario anche distinguere un bianco adatto all’aperitivo, e optare poi per un altro tipo, magari un rosso, che si abbina meglio con il pranzo o la cena.


Banchetto di nozze e vini: scegliere quelli giusti

Per rendere speciale il tuo banchetto di nozze dovrai pensare non solo alle decorazioni, ai piatti particolari, ma anche ad un buon vino. Dovrai sceglierne uno adatto per il momento dell’aperitivo, e preferibilmente adottarne uno differente anche per il pranzo o la cena.

Ovviamente la presenza della bevanda in questione non è obbligatoria, ma fortemente consigliata. Questo perché di solito il vino rende meglio l’idea della raffinatezza e inoltre qualche sorso può aiutare a cambiare il gusto di una pietanza, rendendola migliore e più speciale.

Si deve sottolineare anche il fatto che il vino, sia rosso sia bianco, non potrà mancare soprattutto in due casi: se hai scelto di celebrare le tue nozze in una cantina vinicola oppure se vuoi festeggiarlo in campagna. In entrambe le situazioni infatti sarai completamente immerso/a nella natura e non dovrai dimenticare di fare onore ai prodotti della terra, tra cui anche la bevanda in questione.

Nel primo caso, potrai anche chiedere ai proprietari della cantina vinicola di poter avere un percorso degustativo a cui potranno partecipare anche i tuoi ospiti e magari svolgere una sorta di aperitivo in cui potranno essere consumati diversi piccoli antipasti, sorseggiando però differenti tipologie di vino.


Il vino per l’aperitivo

Molti banchetti nuziali scelgono di accompagnare l’aperitivo con un vino bianco frizzantino, in modo da aiutare la digestione delle prime prelibatezze che vengono servite.

Trattandosi di una sorta di "benvenuto" per gli ospiti, si dovranno evitare vini che possono risultare pesanti, ma sarà meglio che tu ne scelga uno che possa accompagnarsi bene con il cosiddetto “fingerfood”. Con questo termine si indicano quelle pietanze così piccole da essere contenute in metà mano, chiamate anche “assaggini”.

In alternativa, potresti anche optare per un prosecco, ma quest’ultimo è abbastanza comune. Se vuoi quindi fare la differenza e preferire un qualcosa di speciale, punta su uno Chardonnay D.O.C. Brut, che è perfetto per poter essere abbinato con piccoli antipasti o comunque con preparazioni leggere, che siano soprattutto a base di verdure oppure anche di pesce.

Se però desideri una bevanda più frizzante, potrai scegliere per il Franciacorta, o anche un Altalanga. A questi può aggiungersi anche un vino ancora più adatto: il Roero Arneis. Si tratta di opzioni non costose, che però possono essere perfette per qualsiasi tipo di aperitivo. Non importa quindi se si tratta di un menù di mare oppure di terra, o anche di tipo vegetariano: i 4 vini citati andranno benissimo sia nell’uno, sia negli altri casi.


I vini giusti per i pranzi di nozze e la cena di nozze

Per quanto riguarda la scelta del vino giusto da poter far servire durante lo svolgimento del pranzo o della cena di nozze, per non sbagliare si può seguire una pratica abbastanza comune, che viene utilizzata nella maggior parte dei casi.

Si tratta di far servire un bianco durante gli antipasti e anche durante la consumazione dei primi piatti, e scegliere poi di far portare il rosso con il secondo. Per quanto riguarda il primo, possono essere serviti o un Muller Thurgau o una Ribolla, ma non solo. Se il ricevimento si svolge durante i mesi caldi, si può anche optare per dei vini rosati.

Per quanto riguarda la scelta dei rossi invece, il Nebbiolo può essere una tipologia molto adeguata per le seconde portate e tra l’altro non presenta nemmeno costi elevati. Un altro è anche la Barbera d’Alba, ma nel caso il matrimonio si svolgesse durante i mesi invernali, possono andare bene anche un Montepulciano d’Abruzzo o un Aglianico.


I due tipi di abbinamento

Ricorda che per scegliere i vini giusti per il tuo banchetto di nozze, potrai seguire una delle due linee esistenti: una riguarda l’affinità e l’altra la contrapposizione. Per quanto riguarda la prima, la scelta del vino viene svolta in modo da andare di pari passo con il tipo di gusto che i piatti possono offrire. Al contrario, la seconda linea cerca di creare un contrasto. Questo significa che se in quel momento viene servito un alimento che può provocare una certa salivazione, perché magari considerato “grasso”, in quel caso si potrà far servire un vino che riesce ad “asciugare” questa sensazione.  Oltre a questo non dovrai mai trascurare il numero delle bottiglie, discorso che merita un paragrafo a sé.


Il vino per il dolce e il numero delle bottiglie

In questo caso dovrai pensare solo alla regola dell’affinità e mai a quella della contrapposizione. La cosa importante infatti è che nel momento in cui viene servita la torta nuziale, si punti su una bevanda sempre dolce, che spesso consiste, più che in un vero e proprio vino, in uno spumante oppure in uno champagne.

Per quanto riguarda invece il numero di bottiglie che dovranno comparire sulla tavola, ci si può basare su una bottiglia per ogni 4-5 persone, per l’aperitivo, mentre si può arrivare a contarne una per ogni 8-10 persone, per il momento del pranzo o della cena. Come si è visto, i vini per il proprio banchetto di nozze tra i quali poter scegliere sono diversi, e anche se ti dovrai lasciar trasportare dai tuoi gusti, non dovrai dimenticare di seguire o la regola dell’affinità oppure quella della contrapposizione.

Erard è il ristorante per matrimoni ideale per trasformare il tuo sogno in realtà. Si trova a Montecarotto, nel cuore dello splendido paesaggio collinare delle Marche. La cucina è specializzata in prelibatezze di mare, per la delizia della bocca ma anche degli occhi. La splendida location, le sale eleganti e raffinate, un grande giardino e il magnifico panorama ne fanno un ambiente ideale per cerimonie e pranzo di nozze.

Letto 46 volte