Cosa vedere nelle Marche Cosa vedere nelle Marche

Cosa vedere nelle Marche: i luoghi imperdibili

Se chiedersi “Cosa vedere nelle Marche” viene spontaneo una volta giunti qui, la risposta però è più complessa, perché deve menzionare una lunga lista di luoghi di attrazione, ma anche tanti posti che traboccano di storia, di arte, di Rinascimento e soprattutto di cultura.

La regione in questione non manca di aree naturali splendide, con tramonti mozzafiato, né di spiagge incantevoli o Santuari particolari, monti misteriosi e tanto altro. Visitarla significa fare un tuffo in una regione dalle mille sfaccettature, che è in grado di soddisfare gli amanti del mare, ma anche della collina, dei paesaggi montuosi o i turisti dai gusti più difficili. Vediamo nei dettagli quali sono i posti assolutamente da vedere nelle Marche.


Cosa vedere nelle Marche: le attrazioni di Urbino

I posti da visitare nelle Marche sono davvero numerosi, anche perché numerose città sono state la patria e le cittadine natali di diversi artisti, musicisti e anche famosi letterati. In più ogni luogo possiede una sua particolarità, il che rende la regione ricchissima di attrazioni da offrire. Quando ci si chiede cosa visitare nelle Marche, uno dei primi posti che può essere consigliato è la città di Urbino, e in particolare il Palazzo Ducale. Fatto costruire da Federico da Montefeltro nel 1444, oggi al suo interno ospita la Galleria Nazionale d’arte della regione, museo da non perdere, perché qui sono conservate opere dei più grandi artisti rinascimentali, tra cui anche quelle di Raffaello. Se il Palazzo Ducale può incantare con la sua maestosità, non si deve dimenticare che sempre nella stessa città è presente anche la “Casa di Raffaello”, ormai diventata un museo dove si possono ammirare diverse sue opere. Urbino è infatti stata la città natale del grande artista, ma nelle Marche ci sono tante altre città che hanno dato i natali a personaggi diventati famosi nel corso dei secoli.


Posti da visitare nelle Marche: le città con personaggi famosissimi

Visitare le marche significa ammirare un patrimonio culturale molto ampio, ricco di letteratura, pittura, scultura, ma anche musica. È questo il caso di alcune città marchigiane, come ad esempio Recanati. Quest’ultima è stata la città natale di Leopardi e tra i suoi vicoli si può facilmente giungere al “Palazzo Leopardi”, edificio dove ha vissuto il celebre letterato. Qui è anche presente una magnifica biblioteca al cui interno si trovano più di 20mila volumi. Proseguendo per le strade della città, si potranno anche ammirare i luoghi suggestivi che hanno ispirato il poeta per le sue opere, come ad esempio la piazzetta Sabato del Villaggio, il Colle che ha dato vita al famoso componimento “L’infinito”, ma anche la Torre del Passero Solitario. Recanati però è stata anche la città natale di un altro importante personaggio: il famoso cantante lirico Beniamino Gigli. Altra cittadina che ha dato vita ad una figura importante nella storia d’Italia è Jesi, che ha visto nascere Federico II di Svevia nel 1194. Oggi la stessa provincia presenta un Museo totalmente dedicato al re, chiamato “Museo Stupor Mundi”. Federico II è stato l’ideatore della “Scuola Siciliana”, espressione coniata dagli studiosi di letteratura che serve per indicare l’ambiente cortigiano del sovrano, che è lo stesso che ha dato vita al volgare italiano.

Se si vuole parlare di musica invece non si può non nominare Pesaro, che è stata la patria di Gioacchino Rossi, celebre musicista, che ha vissuto quasi tutta la vita in questa città, alla quale ha anche donato una cifra di denaro elevata per poter far costruire il Conservatorio. Questo istituto è ancora oggi presente ed è uno dei conservatori più famosi di tutta la penisola. La città inoltre è in grado di offrire più di 7 km di spiagge e a rappresentarle c’è anche una scultura molto particolare: la “Palla di Pomodoro”, un’opera in bronzo realizzata dall’omonimo scultore nel 1998.


I posti da visitare delle Marche: i paesaggi mozzafiato

Tra le cose da vedere nelle Marche, non si possono non citare le magnifiche grotte di Frasassi, scenario davvero unico, grazie alle sue stalattiti e stalagmiti formatesi in ben 190 milioni di anni. Una volta entrati c’è inoltre la possibilità di intraprendere tre diverse tipologie di percorsi, uno con una difficoltà diversa dall’altro.

Gli amanti del mare invece potranno visitare prima di tutto Ancona, che possiede numerose spiagge. Tra queste, alcune sono sabbiose, mentre altre hanno una costa alta, come ad esempio quella denominata “del Passetto”, poi la “Seggiola del Papa” e ancora “Lo scoglio del quadrato”. Molto famosa però è anche la costa del Conero, poiché qui nasce una tipologia di cozza che vive attaccata proprio agli scogli presenti in quest’area. Se già hai l’acquolina in bocca e stai cercando un ristorante di pesce, proprio ad Ancora si trova il ristorante per matrimoni Erard, che oltre alle specialità di mare offre anche la possibilità di mangiare carne.

Per gli amanti degli scenari particolari invece non si possono non nominare le famose “Lame rosse”, area dei Monti Sibillini, che può essere ammirata svolgendo un’escursione che inizia dal lago di Fiastra. Il nome particolare di questo luogo si deve al colore intenso della montagna, che infatti sembra una sfumatura rossa molto originale. Chi ama la montagna dovrà appunto recarsi proprio sui Monti Sibillini, quasi tutti di 2mila metri di altezza, fino ad arrivare al più alto, il Monte Vettore, con i suoi 2476 metri. Queste montagne sono ricche di leggende e misteri, come ad esempio la storia di Sibilla, donna in grado di leggere il futuro e che si diceva vivesse all’interno di una delle grotte presenti sulla catena montuosa. Nei pressi di questa zona si diceva che vivesse anche Ponzio Pilato. Come si è visto, la regione delle Marche possiede tutti i tipi di territori: collinare, montuoso, urbano, marino. Non terminano qui però i luoghi di attrazione delle Marche.


Marche cosa vedere: altre città particolari e luoghi religiosi

Un altro luogo di interesse delle Marche è la città di Fabriano, che offre un interessante Museo della Carta e della Filigrana, che mostra tutto il percorso della produzione cartacea, nonché anche gli antichi strumenti che venivano usati per realizzarla.

Particolare anche la città di Gradara, che ospita il Castello, costruzione medievale tra le meglio conservate in Italia. In più la stessa città presenta un promontorio chiamato “la Rocca”, di 142 metri di altezza, molto famoso perché lì si sono innamorati due personaggi famosissimi, resi tali anche perché Dante dedica loro un intero canto della Divina Commedia: Paolo Malatesta e Francesca da Rimini.

Per quanto riguarda invece i luoghi religiosi, uno da menzionare immediatamente è il Santuario di Loreto, visitato ogni anno da numerosi turisti. Al suo interno è presente la famosa reliquia della Santa Casa di Nazaret. L’edificio prende questo nome perché si dice che qui sia nata la Vergine Maria e sempre qui ricevette l’annuncio dell’arrivo di suo figlio Gesù.

Altro luogo religioso da poter ammirare è la famosa Abbazia di Santa Maria di Chiaravalle di Fiastra, che si trova all’interno di una Riserva naturale molto estesa, dai paesaggi naturali mozzafiato, grazie ai suoi 1800 ettari. Tutti quelli appena citati sono solo alcuni dei più famosi luoghi da vedere nelle Marche, ma si deve ricordare che la regione è ricchissima di altri posti meravigliosi, come ad esempio la città di San Benedetto del Tronto, ma anche Ascoli Piceno, Macerata, il lago degli occhiali sempre sui Monti Sibillini, il Monastero di Fonte Avellana, la Riviera del Conero e tanto altro ancora.


Erard è il ristorante per matrimoni ideale per trasformare il tuo sogno in realtà. Si trova a Montecarotto, nel cuore dello splendido paesaggio collinare delle Marche. La cucina è specializzata in prelibatezze di mare, per la delizia della bocca ma anche degli occhi. La splendida location, le sale eleganti e raffinate, un grande giardino e il magnifico panorama ne fanno un ambiente ideale per cerimonie e pranzo di nozze.

Letto 103 volte