Chi può celebrare un matrimonio civile Chi può celebrare un matrimonio civile

Chi può celebrare un matrimonio civile e religioso

Chi può celebrare un matrimonio civile e religioso? Per rispondere a questa domanda, prima di tutto si deve parlare di “officiante”, perché infatti è questo il termine adatto per indicare la figura che detiene questo ruolo.

Un officiante matrimonio civile può essere il sindaco, il vice sindaco, ma anche un funzionario del Comune e non solo. Un officiante matrimonio religioso invece può essere un parroco o un Diacono, ma è meglio approfondire le caratteristiche di ognuno di questi soggetti.


Chi può celebrare un matrimonio civile: ecco tutte le regole per officiare matrimonio civile

Chi può celebrare un matrimonio civile? Per rispondere al quesito, si deve parlare di officiante matrimonio civile, che infatti non è altro che la persona che possiede il ruolo di celebrare le nozze. Gli officianti per un rito civile possono essere diversi, come per esempio il sindaco, ma anche il vice sindaco, il funzionario del Comune e anche un comune cittadino oppure in determinati casi, anche il comandante della crociera.

Il sindaco è sicuramente chi può celebrare matrimonio civile in modo ufficiale, o meglio è la figura più richiesta per riti civili, quella per eccellenza. Per celebrare un matrimonio deve indossare la fascia tricolore, così come dovrà fare la figura del vice sindaco. Il suo compito inoltre sarà quello di leggere diversi articoli del codice civile che riguardano proprio la celebrazione delle nozze. È possibile anche indicarne il nome sull’invito di matrimonio e stessa cosa vale per il vice sindaco. Quest’ultimo sarà sicuramente meno impegnato, rispetto ai sindaci e per questo, molte nozze vendono celebrate dai vice sindaci.

Quando sia questi ultimi, sia il sindaco risultano particolarmente pieni di impegni da sostenere, è possibile anche che sia un funzionario del Comune a provvedere alla celebrazione del rito civile. In questo caso però sarà il sindaco che dovrà delegare e scegliere il funzionario. Quando si parla di funzionari, si possono indicare sia consiglieri comunali, sia assessori comunali. Queste due figure infatti sono quelle che spesso vengono designare per ricoprire il ruolo di celebrante. La Legge italiana però prevede che chi celebra il matrimonio civile debba essere un ufficiale dello stato civile e fanno parte di questa categoria anche i Presidenti di circoscrizione, ma non solo. Rientrano nel gruppo infatti anche i segretari comunali e un qualsiasi dipendente comunale che abbia un contratto a tempo indeterminato e che abbia però frequentato un apposito corso.

Per celebrare un matrimonio civile però non per forza gli officianti dovranno essere scelti tra le figure appena elencate, anche perché ci sono casi in cui il compito può essere svolto anche da semplici cittadini. Attenzione però, perché occorre specificare che il cittadino in tal caso dovrà avere i requisiti per essere eletto a consigliere. Tutto ciò è previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica del 3 Novembre 2000.

Ci sono poi anche casi particolari perché a volte chi celebra matrimonio civile è il comandante della crociera. Non sono poche infatti le coppie che scelgono di sposarsi durante un viaggio in crociera e per questo, l’officiante diventerà proprio il comandante, che indosserà la divisa e il suo nome dovrà comparire ovviamente tra gli inviti di matrimonio. Se poi la cerimonia è molto formale, il nome del celebrante compare anche sulla partecipazione. Per quanto riguarda il matrimonio religioso invece la figura dell’officiante è rappresentata da soggetti diversi da quelli fino ad ora elencati.


Celebrare il matrimonio religioso: ecco chi possono essere gli officianti

Il parroco è la figura che per eccellenza si occupa di celebrare matrimonio religioso ed è colui che si trova a guidare una parrocchia. Prima di iniziare a organizzare le nozze, la prima cosa da fare se si vuole fare il rito religioso è proprio quella di scegliere la chiesa e andare a parlare con il parroco per accordarsi con lui riguardo tutti i dettagli della cerimonia. Tra questi, di sicuro la data come prima cosa, ma anche i requisiti per sposarsi, il rispetto delle regole di quella determinata chiesa, l’allestimento della stessa e quindi i fiori, le decorazioni e tutti gli altri dettagli. Questa figura inoltre può sia provvedere alla celebrazione della benedizione di matrimonio, sia alla vera e propria messa di nozze con la Comunione. Sempre il parroco poi dovrà indicare agli sposi di dover seguire un corso prematrimoniale, che può essere frequentato sia nella chiesa in cui ci si sposa, sia nella parrocchia di origine, purché poi si abbia un attestato di frequenza.

Tra gli officianti del matrimonio religioso poi vi sono anche i monaci, nonché tutte le figure di riferimento delle religioni, cioè tutti i ministri di culto. Altro soggetto che può celebrare le nozze religiose è il diacono, che non è allo stesso livello del parroco, perché è una figura che ha ricevuto meno sacramenti rispetto a quest’ultimo. Attenzione quindi, perché è doveroso specificare che un diacono può solamente provvedere alla benedizione della messa e non può invece essere il celebrante dell’intera messa con Comunione, perché tale ruolo spetta al parroco.

Esiste poi un caso particolare, che è costituito dalla figura del cappellano militare, se si parla di matrimoni militari. Tale soggetto può anche occuparsi di gestire e organizzare il corso prematrimoniale e in più la nomina del cappellano dipende dal decreto del Presidente della Repubblica, che però deve essere richiesto dal Ministero della Difesa. Come si è visto, le figure degli officianti dei matrimoni sono diverse, a seconda del tipo di nozze che si intende celebrare. Nel caso del matrimonio religioso infatti ci sono i ministri di culto religiosi, mentre se si opta per il rito civile, vi sono diverse figure che possono provvedere alla celebrazione del matrimonio.

Di solito le coppie scelgono una figura di riferimento che possa occuparsi di diverse funzioni. Il diacono ad esempio è poco richiesto, perché la coppia poi dovrebbe anche rivolgersi al parroco per le parti restanti della messa. Per questo, molti preferiscono direttamente chiedere al parroco di fare da celebrante. Ci sono però anche futuri sposi che preferiscono distinguere i vari momenti della messa scegliendo figure diverse.

La nostra location per matrimoni è adibita per la celebrazione del matrimonio civile, richiedi disponibilità per celebrare il tuo matrimonio.

Letto 222 volte

Erard Ristorante

Contrada Busche, 2
60036 Montecarotto (AN)
Tel. e Fax +39 0731 705042
Whatsapp +39 342 7703990
info@erard.it
APERTURE E ORARIO
Lunedì chiuso
Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato aperto a cena
Domenica aperto a pranzo
Iscriviti alla newsletter per rimanere informato sulle nostre iniziative: le degustazioni di vino, le serate esclusive e molte altre piacevoli sorprese per te. C’è sempre un evento che ti aspetta.
Privacy e Termini di Utilizzo
Matrimonio.comErard è partner di Matrimonio.com