Matrimonio Civile in bottaia Matrimonio Civile in bottaia

Matrimonio civile, cosa serve e come organizzarlo

Ecco alcuni consigli utili per sposarsi con il rito del matrimonio civile. La società di oggi ha modificato molti pensieri sul tema del matrimonio.

Mentre una volta il rito religioso era un traguardo che si raggiungeva dopo un lungo percorso della coppia di sposi, oggi è sempre più frequente che ci si sposi con il rito del matrimonio civile. Sia il rito religioso che il rito civile sono entrambi importanti per una coppia che sigilla il loro amore e si promette l’uno per l’altro per l’eternità. 

Ecco alcuni consigli utili prima di scegliere la location per matrimoni ideale…


Verificare che la location / ristorante per matrimoni sia autorizzato

Quando stiamo per scegliere la location per il matrimonio dobbiamo verificare che la struttura sia autorizzata dal Comune di residenza. Molto spesso, quasi sempre, tutte le strutture nei loro siti web espongono chiaramente se si può celebrare il rito del matrimonio civile. Se vi imbattete in castelli, chiese sconsacrate, ville o palazzi storici: luoghi dall’incredibile suggestione e bellezza perfetti per celebrare un matrimonio civile forse non hanno l’autorizzazione. Dovete richiedere nel comune di residenza della location se sono abilitate al rito in base alla delibera di Giunta dell'ottobre 2015 dove si legge che tali strutture devono infatti possedere rilevanza storica, culturale, ambientale o turistica”. La nostra struttura è autorizzata dal Comune di Montecarotto per celebrare il rito del matrimonio civile e propone scenari suggestivi, come la bottaia, il bosco o la vigna, paesaggi tipici della Regione Marche.

 


Quali documenti sono necessari

Come primo passo i due fidanzati si devono recare,  tre/due mesi prima di sposarsi, presso l’Ufficio di stato Civile del Comune di residenza e richiedere i documenti necessari per il matrimonio. I documenti che verranno rilasciati dal comune di residenza sono:

  • L'atto di nascita
  • Il certificato contestuale che comprende residenza, stato libero e cittadinanza
  • Se uno dei due contraenti è divorziato, dovrà aggiungere ai documenti anche la sentenza di divorzio, mentre se è vedovo sarà necessario l’atto di morte del coniuge defunto.

Successivamente alla richiesta inoltrata, gli incaricati comunali provvederanno ad elaborare la documentazione richiesta e fissare la data del giuramento di matrimonio. Effettuata la promessa, non è più richiesta la presenza di un genitore o testimoni, il Comune di residenza esporrà per 8 giorni sulla Porta della Casa Comunale  le “pubblicazioni”, recanti le complete generalità degli sposi e la location del matrimonio. Le pubblicazioni è un ritorno all’antico, esse rendono noto a tutti l’intenzione dei fidanzati di convolare a nozze affinché chiunque ne abbia motivo possa opporsi, qualora sussistano impedimenti di cui costoro siano a conoscenza o altre gravi ragioni previste dalla legge.

Trascorsi quattro giorni dopo il termine delle pubblicazioni, l’Ufficiale di Stato Civile, se non ha ricevuto nessuna opposizione, rilascia il “nulla osta” al matrimonio, in cui dichiara che quella celebrazione non ha impedimenti agli effetti civili e che i due fidanzati possono celebrare le proprie nozze entro 180 giorni dalla scadenza della pubblicazione, pena la decadenza di validità dei documenti.


La nostra struttura offre ampi spazi e ambienti suggestivi per rendere unico il vostro giorno. Richiedi la disponibilità per una data matrimonio.  

Erard è il ristorante per matrimoni ideale per trasformare il tuo sogno in realtà. Si trova a Montecarotto, nel cuore dello splendido paesaggio collinare delle Marche. La cucina è specializzata in prelibatezze di mare, per la delizia della bocca ma anche degli occhi. La splendida location, le sale eleganti e raffinate, un grande giardino e il magnifico panorama ne fanno un ambiente ideale per cerimonie e pranzo di nozze.

 

Letto 102 volte