Monti Sibillini Monti Sibillini

Alla scoperta dei Monti Sibillini nella Regione Marche

I Monti Sibillini nella Regione Marche sono ricchi di attrazioni, ma anche di tante leggende che attirano numerosi turisti.


I Monti Sibillini nella Regione Marche: ecco le loro caratteristiche

I Monti Sibillini nella Regione Marche sono situati nell’Appennino umbro-marchigiano e precisamente tra Marche e Umbria. Gli stessi monti interessano Perugia, ma anche Ascoli Piceno, Fermo, Macerata.

Altra particolarità di questi monti è il fatto che gli stessi si trovano all’interno del Parco nazionale dei Monti Sibillini. Per quanto riguarda la loro composizione, si tratta di rocce di origine calcarea e che a quanto pare si sono formati quando tali rocce si trovavano sui fondali del mare. In più, per quanto riguarda l’altezza delle cime, queste in genere tendono a essere superiori di 2000 metri. Il monte più alto dei Sibillini infatti è il monte Vettore, che è alto 2476 m. Una curiosità riguardo questi monti è che gli stessi vennero nominati anche dal poeta Virgilio nell’Eneide e l’autore però li indicava con il nome di “Tetrici”. Oggi però vengono chiamati “Sibillini” perché si pensa che tale termine provenga dal Monte Sibilla, che ha un’altezza di 2173 m e per il quale si sarebbe tramandata, nel corso degli anni, un’antica leggenda.

Pare infatti che sulla cima del monte Sibilla vivesse una maga omonima e la stessa, secondo le antiche leggende, viveva precisamente nella grotta presente sulla vetta, a cui tra l’altro era possibile accedere anni fa, ma che poi fu chiusa. In realtà le leggende in merito sono molte di più. Alcune ad esempio sostengono che proprio sulla sommità del Monte Sibilla, o comunque vicino alla grotta, sorgesse l’entrata di uno splendido mondo fatato da cui fuoriuscivano creature meravigliose, ma che una volta a settimana si trasformavano in veri e propri esseri mostruosi.


I luoghi d’attrazione da vedere nelle vicinanze e il turismo enogastronomico

Non molto distante dai Monti Sibillini sorge Norcia, la città in cui è nato San Benedetto e proprio lì infatti è presente la chiesa dedicata a lui, ma anche un duomo. Da visitare anche l’abbazia di Sant’Eutizio, che fu realizzata intorno al V secolo e che era famosa perché al suo interno vivevano uomini di preghiera che si dedicavano sempre alla cura di coloro che ne avevano bisogno. Da visitare anche il Santuario di Macereto, così come quello della Madonna dell’Ambro, ma non solo. Si ricorda infatti che l’intero Parco dei Monti Sibillini può essere visitato e qui sono presenti tantissimi sentieri da poter percorrere in mountain bike, ma anche sentieri presso i quali poter praticare trekking e non solo. Sempre presso il parco in questione è possibile anche sostare presso strutture ricettive e soprattutto proprio presso queste ultime sarà anche possibile riuscire ad assaporare alcuni prodotti alimentari tipici delle zone limitrofe, per degustare proprio il sapore delle Marche.

Si pensi infatti che nel parco nazionale dei Monti Sibillini il turismo enogastronomico è molto famoso, visto che la zona in questione è parecchio nota per il tartufo nero, ma anche per la norcineria, nonché per le lenticchie di Castelluccio. Molto conosciuti anche i prodotti che riguardano il settore della salumeria, visto che il territorio in questione infatti è molto famoso anche per salumi quali lonze, ma anche salame, prosciutto, nonché coppe, ma non solo.

Molti turisti giungono in questi luoghi anche per assaporare diversi formaggi, come per esempio ricotte, ma anche formaggio di capra e altri. Famose anche le mele, ma anche castagne, il miele, diversi tipi di funghi, ceci, pesci come le trote di acqua dolce, ma anche tanti tipi di farina. A tali prodotti si aggiunge pure una vasta produzione di biscotti.

Se questi sono i prodotti tipici del posto, non molto distante da questi luoghi si trova il ristorante Erard, che è una location ideale per organizzare eventi e matrimoni, come quelli con rito civile, ma anche ricevimenti. Grazie alle sue sale, ma anche alla bottaia nonché al giardino, tale ristorante è molto rinomato tra le coppie di giovani sposi che decidono di festeggiare lì il loro matrimonio. Proprio presso tale luogo è possibile assaporare tutti i piatti tipici della regione delle Marche, sia quelli a base di carne, sia quelli a base di pesce e soprattutto sarà possibile anche ammirare gli splendidi paesaggi che circondano il posto, come il bosco e la vigna, presso i quali molte coppie di sposi scelgono di svolgere il loro servizio fotografico.


Il turismo dei borghi e non solo

Presso il Parco dei Monti Sibillini è anche possibile svolgere un tipo di turismo chiamato “dei borghi” proprio perché questi centri, sebbene di piccole dimensioni, presentano in realtà molto da offrire ai visitatori, grazie alle loro attrazioni artistiche, storiche e paesaggistiche.

Di solito i borghi situati proprio nelle zone limitrofe ai monti in questione sono di origine medievale e si tratta di posti incantevoli, dove il tempo sembra essersi fermato e dove ci sono piccole chiese, ma anche antichi monasteri, che spesso diventano protagonisti del cosiddetto “turismo religioso e culturale”.

Molto famosi però anche i centri termali che si trovano abbastanza vicini ai Monti Sibillini, come per esempio le terme che si trovano vicino ad Ascoli Piceno e che si chiamano “terme di Acquasanta” oppure quelle in provincia di Macerata, cioè quelle di Sarnano.

I Monti Sibillini però sono noti anche perché proprio nei loro pressi vi sono anche il Centro del Cervo e di Recupero della fauna selvatica, nonché anche il Museo Antropogeografico e poi parecchie Case del Parco, che offrono tantissimo ai visitatori, non solo in termini di paesaggi, ma anche di fauna e flora. Molto particolare poi anche un altro tipo di attrazione, come per esempio un percorso che tanti escursionisti amano seguire, ovvero quello del Grande Anello dei Sibillini che presenta in totale 120 km circa e che appunto segue proprio l’intero territorio del Parco nazionale dei Monti Sibillini. Si può camminare a piedi, ma anche andare a cavallo o in bicicletta e si tratta di un percorso suddiviso in nove parti che si possono percorrere da qualsiasi verso, ma non solo. Non si deve per forza cominciare dalla prima, ma da qualsiasi e in più ci sono molte guide e mappe, rifugi dove rimanere. Senza dubbio i Monti Sibillini, date le loro numerose attrazioni, costituiscono una tappa da visitare assolutamente.

Letto 437 volte

Erard Ristorante

Contrada Busche, 2
60036 Montecarotto (AN)
Tel. e Fax +39 0731 705042
Whatsapp +39 342 7703990
info@erard.it
APERTURE E ORARIO
Lunedì e Martedì chiuso
Mercoledi e Giovedì aperto a pranzo
Venerdì e Sabato aperto a pranzo e cena
Domenica aperto a pranzo
Matrimonio.comErard è partner di Matrimonio.com